Realtà e fantasia: le creature di ieri e di oggi a confronto.

Cari lettori, come tutti sapete, a breve uscirà il primo dei film legati all’universo di Harry Potter che tratteranno degli animali fantastici. Racconterà le avventure di Newt Scamander, nonno del marito di Luna Lovegood e autore del libro “Gli animali fantastici e dove trovarli”, che gli studenti usano come manuale ad Hogwarts e che a noi lettori è stato reso noto per beneficenza. Abbiamo tutti letto, chi più chi meno, le anticipazioni sulla trama e visto il trailer, la curiosità cresce ogni giorno di più assieme all’ansia di sapere in quali guai si cacceranno il nostro protagonista e i suoi compagni d’avventura e, soprattutto, quali creature usciranno fuori da quella fantomatica valigetta.

La redazione di “The Tomorrow Wizard” approfitta di questo avvenimento per dare finalmente il via ad un progetto che bolliva in pentola da parecchi mesi.

Siamo lieti di presentarvi una rubrica interamente dedicata alle creature magiche. Ma tranquilli, non sarà semplicemente un’elencazione come quella del libro sopracitato: leggendo infatti gli articoli che verranno potrete scoprire leggende e tradizioni di ogni epoca e cultura; il nostro intento sarà soprattutto quello di aumentare le vostre conoscenze attraverso confronti tra la nostra amata saga e tutto quello che c’è stato prima e dopo, che speriamo vivamente possano stuzzicare la vostra curiosità.

In questa presentazione parleremo della classificazione con cui il Ministero cataloga la maggior parte delle creature magiche, da tenere sempre presente perché fondamentale alla comprensione di molti argomenti che verranno trattati nei prossimi articoli.

Si è scelto di suddividere le creature in cinque categorie in base alla loro pericolosità. Quelle classificate con una X sono decisamente noiose, a detta dei maghi. Due X vogliono dire che ci si trova davanti ad animali innocui, che possono essere addomesticati. Le cose cominciano a farsi più accattivanti dalle tre X, simboleggianti le creature trattabili da un mago esperto, che non dovrebbe avere grossi problemi a gestirle. Attenzione! Se vi imbattete in un animale classificato con quattro X, sarà gestibile solo da quei maghi conoscitori di una disciplina specifica. Infine, le più temibili sono le creature classificate con cinque X, impossibili da addomesticare e notoriamente in grado di uccidere un mago addestrato.

Per oggi è tutto, alla prossima.

 

Shiori Lily Chiara

Annunci

Una risposta a "Realtà e fantasia: le creature di ieri e di oggi a confronto."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: